Nel 1987 lo spazio presbiteriale della chiesa venne rivisto per dare origine ad una cappella per le celebrazioni feriali. L'altare fu fatto avanzare e il muro divisorio dietro di esso fu affrescato dal pittore Marco Bertoldi.
L'affresco sul presbiterio della nostra chiesa, vuole portarci a vivere la giusta devozione al Sacro Cuore, come è presentata dalla Bibbia. Tutto l'affresco è incentrato sul Sacro Cuore di Gesù, sul Cristo. Non solo perché è al centro della parete, ma anche perché gli occhi e le mani di Giovanni e di Isaia (le figure a sinistra) lo cercano, lo indicano presente, anelano a lui. Maria e la Sposa (le figure a destra) sono prese dall'Amore e ne restano trasfigurate.
Il profeta Isaia è raffigurato in ginocchio, in procinto di alzarsi, con una mano verso il cielo e una protesa al Cristo. Una figura d'agnello lo collega a Giovanni evangelista. Questi è in piedi, mano tiene il Vangelo, l'altra verso Cristo.
Sulla destra la Madonna avanza verso il Figlio suo Gesù in atteggiamento di preghiera. Ella è seguita dalla Sposa ornata a festa, che avanza timorosa e al tempo stesso stupita di essere stata scelta. E' la Chiesa, sposa di Cristo.
La figura centrale di Gesù Cristo è il fulcro attorno a cui ruota tutto il dipinto,