Gli AUGURI del Consiglio Pastorale Parrocchiale

Buon Natale e sereno anno nuovo!


Care amiche e amici delle parrocchie del Sacro Cuore e di Sant’Antonio, il Consiglio Pastorale Parrocchiale desidera associarsi agli auguri di don Severino in occasione del Santo Natale. Tra qualche giorno nelle nostre parrocchie riaprirà il Centro di Ascolto. Ed è proprio la parola ASCOLTO che poniamo come augurio.

La celebrazione della Natività del Signore Gesù porti a tutte le persone della nostra Comunità la possibilità e la capacità di dare e ricevere ascolto. Questo diventa anche l’auspicio per il Nuovo Anno: Il Consiglio Pastorale cercherà di diventare, in sintonia col parroco, esso stesso luogo di ascolto reciproco e delle esigenze delle due parrocchie, con stile sinodale e desiderio di crescita nella comunione e nella partecipazione.

Buon Natale e sereno anno nuovo!


Sabato 5 giugno 2021

ore 17.00 (ora italiana) 

Segui in diretta

l'ordinazione sacerdotale di don Paolo Degasperi 

ordinazione

Trento, 13 novembre 2020

L'appello dell’arcivescovo Lauro alla responsabilità

di fronte alla minaccia del virus


“Mentre penso agli ammalati e a quanti hanno perso la vita, mi rivolgo anzitutto a voi affinché sentiate che distanziamento e mascherina sono strumenti per tutelare la salute di tutti, un atto di grande amore per gli altri. Dobbiamo essere tutti consapevoli che la nostra leggerezza su questo terreno può causare conseguenze drammatiche per le persone più fragili”.

L’arcivescovo di Trento Lauro Tisi ha rinnovato a tutta la Diocesi un accorato appello al senso di responsabilità di fronte alla preoccupante estensione anche nella nostra Provincia del contagio da Covid-19.

Il pensiero di vicinanza di don Lauro va anche a chi soffre le conseguenze della nuova ondata pandemica:

“Pensiamo a chi se ne va senza il conforto dei propri cari, non dimenticando – sottolinea l’Arcivescovo – chi rischia di veder allontanarsi nel tempo le necessarie terapie, perché l’emergenza non consente una normale attività ospedaliera”.

Lo sguardo di don Lauro si posa poi ancora una volta sugli

“operatori sanitari che stanno per molte ore sotto maschere opprimenti e spesso non tornano a casa per non contagiare i familiari. La nostra distrazione può provocare molta sofferenza e addirittura morte. Se qualcuno dice che è tutta una bufala, i fatti attestano ben altro".

Accanto a un atteggiamento maggiormente responsabile, che si affianca all’impegno solidale con chi arranca nelle difficoltà economiche, monsignor Tisi si rivolge alla comunità cristiana trentina chiamandola a riscoprire il valore della preghiera personale e familiare.

“Vi invito a ritrovare la forza della preghiera, regalarvi momenti di silenzio e di meditazione con al centro la Parola di Dio, linfa vitale per la nostra fede”.

Quand’anche si rendesse problematico l’accesso alle celebrazioni eucaristiche (l’ultima indicazione inviata ai parroci è di ridurre ulteriormente la capienza delle chiese, sollecitando peraltro gli anziani a rimanere il più possibile a casa; sono inoltre sospese Cresime e Prime Comunioni), l’esortazione di monsignor Tisi è quella di valorizzare in modo creativo gli strumenti della comunicazione, come accaduto nel lockdown in primavera.

“Non solo – precisa don Lauro – per vivere insieme, anche a distanza, il momento liturgico, ma per sperimentare ogni modalità che ci consenta di tenere vive le nostre relazioni, all’interno della famiglia e nella comunità più ampia, favorendo in particolare il dialogo tra giovani e anziani – quanto può scaldare il cuore una telefonata tra nipoti e nonni! –, ma anche momenti di formazione e di confronto. Tutto questo – rammenta don Lauro – può aiutarci a rielaborare comunitariamente quanto sta accadendo e scongiurare che questa ulteriore fase di paura, incertezza e stanchezza generalizzata, porti alla deriva dello sconforto e della rabbia: sarebbe un dramma nel dramma”.


L’arcivescovo Lauro a partire da domenica prossima, 15 novembre (Festa della Dedicazione della Cattedrale e Giornata dei Poveri) riprenderà la celebrazione dalla Cattedrale ogni domenica mattina alle ore 10.00 in diretta TV su Telepace Trento (canale 601) e in streaming sui portali diocesani e sulla pagina Facebook di Vita Trentina.


NOTA Nelle chiese il distanziamento richiesto è ora di due metri, escluso tra i familiari.


(scarica l'appello del vescovo come documento in pdf)

Incontri con il Vescovo Lauro

 Chiesa Sacro Cuore di Gesù - Trento

lunedì 15 febbraio 2021

lunedì 26 febbraio 2021

lunedì 17 maggio 2021


Lunedì 17 maggio 2021 ad ore 20.30 nella chiesa del Sacro Cuore ha luogo un incontro con l'Arcivescovo Lauro per continuare la riflessione iniziata il 15 febbraio sulle sfide pastorali che incombono ad una comunità parrocchiale oggi. Scarica qui la locandina


Echi dall’incontro con il vescovo Lauro svoltosi nella chiesa del Sacro Cuore lunedì 15 febbraio 2021

L’incontro è stato programmato all’interno del percorso di formazione delle due parrocchie di Sant’Antonio e Sacro Cuore alla carità. Ma il vescovo ha offerto spunti anche più ampie profonde, in particolare riguardo al nostro essere comunità e al rapporto con i poveri. Quest’ultimo è un’occasione provvidenziale per diventare di più discepoli di Gesù e vivere secondo il Vangelo. L’attuale situazione di pandemia ci provoca a ciò e ne è occasione. Il rapporto con il povero non è a senso unico, ma, donando - e soprattutto incontrandolo - si riceve e si cresce. Non solo la pandemia, ma che in generale la situazione che stiamo vivendo dal punto di vista religioso ed ecclesiale è provocazione ad essere di più comunità cristiana.

Un verbale più ampio di questo incontro si può trovare all’albo e sui tavoli della chiesa. Si può leggere anche nelle minute "incontro del 15 febbraio".


Resoconto del secondo incontro con il vescovo Lauro svoltosi nella chiesa del Sacro Cuore, lunedì 17 maggio 2021

Come chiedeva il vescovo, è stata l’occasione per lui di offrire qualche spunto, qualche sua preoccupazione in ordine al modo corretto di porsi nei confronti del povero e del bisognoso e per noi l’occasione per dialogare e ascoltarci a vicenda. La preoccupazione del vescovo: nella Caritas parrocchiale ci deve essere sì competenza, ma non professionismo e un rapporto asimmetrico, da superiore a inferiore, bensì incontro, coinvolgimento, camminare insieme. Gli operatori Caritas sempre apprendisti! Un paio di slogan:

Mai il dono senza il donatore!

Non solo pacchi e soldi, ma nomi e cognomi, volti, persone, incontro.

Con un’attenzione particolare ad una nuova povertà, esplosa in situazione di Covid-19: quella relazionale. E dunque - naturalmente sempre con attenzione a salute e sicurezza - ritrovare la visita agli anziani, superare l’isolamento. Altro punto di attenzione: aiutare i giovani a ritrovare un senso alle proprie giornate e riprendere relazioni, comunità, progettualità.

È stata una preziosa esperienza di ascolto e di dialogo, non solo con il vescovo, ma anche tra i fedeli laici della parrocchia. Occorre dare un ritmo e una continuità a questo metodo, all’incontro e al discernimento comunitario. A giudicare dalle presenze, parecchi hanno gradito l’occasione e l’invito.

Secondo incontro: Venerdì 26 febbraio 2021 ad ore 20.00 nella chiesa del Sacro Cuore il secondo incontro di dialogo sulla dimensione della carità ed essere comunità parrocchiale oggi.

Il virus fa cambiare rapidamente i programmi... Auguriamo al nostro Vescovo Lauro pronta guarigione, preghiamo per lui e per tutti gli ammalati, in attesa di programmare un nuovo incontro.