GIORNO PER GIORNO VERSO LA PASQUA


Lunedì 30 marzo 2020


Sia lodato Gesù Cristo!
Con il Papa Francesco, rilancio anch’io le bellissime parole del salmo 22 della Messa di questa mattina:


«Il Signore è il mio pastore:
non manco di nulla;
su pascoli erbosi mi fa riposare,
ad acque tranquille mi conduce.
Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino.
Se dovessi camminare in una valle oscura,
non temerei alcun male, perché tu sei con me».


Certamente è cammino in una “valle oscura” per gli ammalati, in ospedale così vicini anche fisicamente alle nostre parrocchie, o presenti nelle nostre case e nei nostri condomini; “valle oscura” per chi teme per i propri familiari; per il personale di cura e di assistenza affaticato; per chi teme per il lavoro e per il proprio sostentamento materiale; per le famiglie, tutti insieme a condividere, talvolta con fatica, uno spazio ristretto per settimane…


Proviamo tutti, nonostante ciò, a tenerci appresso queste parole del salmo: “Se dovessi camminare in una valle oscura…Tu sei con me”. Ripetiamoci spesso, qualche volta magari anche ad alta voce, queste parole. Possono diventare un ‘mantra’ salutare e una medicina. Ognuno può provare a fare questo per se stesso, per la propria famiglia, ma anche a favore di tante persone che faticano a trovare questo riferimento e questa risorsa. In maniera misteriosa possiamo ognuno fare del bene agli altri anche in questo modo.


Buona giornata! Sia lodato Gesù Cristo!

Il parroco di Sant’Antonio e del Sacro Cuore, don Severino.

 

P.S. Volendo, qualche ragazzo o ragazza potrebbe provare a costruire un simpatico segnalibro che si riferisce al nostro salmo. Istruzioni e materiali si trovano in Internet a questo indirizzo:

https://www.qumran2.net/materiale/anteprima.php?file=34202&anchor=documento_2