L'ANFORA DI COMUNITA'

Un'iniziativa per l'avvento 2022 proposta dalla Caritas Diocesana


Carissimi,


come ogni anno arriva l’Avvento, così in ogni Avvento la nostra Diocesi, attraverso la Caritas, propone un cammino di riflessione con un’attenzione particolare alle fragilità, alle povertà, alle tante forme di emarginazione presenti anche sul nostro territorio; e il cammino di quest’anno vuol essere il più possibile in sintonia con lo stile di ascolto sinodale che tutta la Chiesa sta vivendo in questi mesi.
Per fare questo arriviamo anche a voi con la proposta di un’anfora, “L’Anfora di comunità”, di cui trovate allegata la locandina con tutti i dettagli utili per capire qual è la proposta che vi stiamo facendo. Direte – ed è vero – che l’Avvento inizia tra pochissimi giorni: per favore tenete presente che, se per qualche motivo con i diversi collaboratori non riuscirete a preparare un’anfora (o qualcosa di simile) nelle chiese o altri luoghi già per la I domenica di Avvento, lo potete fare anche la settimana prossima; perché il cammino che proponiamo non termina con l’Avvento ma prosegue anche dopo Natale con un percorso che avremo modo di presentarvi in un prossimo coordinamento.


È una proposta molto semplice, facile da realizzare, e vogliamo sperare che aiuti le comunità e tutti noi a mettere gli occhi e il cuore sulle tante situazioni di fragilità delle quali facciamo esperienza; non solo per rendercene conto, ma anche per capire come possiamo migliorare i nostri servizi verso gli ultimi.
 
Vi ringrazio molto per l’attenzione!
Con l’augurio sincero per un buon Avvento … di carità!


In Cristo,
d Cristiano Bettega e tutto lo staff della Caritas diocesana



 



Scarica qui FAC-SIMILE del biglietto da porre vicino all’anfora che puoi stampare nel formato che ti è più comodo.

Informati sul sito della diocesi per sapere in quali chiese a te vicine puoi trovare l'anfora.

 


La Diocesi di Trento, nel solco del secondo anno del Cammino sinodale, pone l’ascolto al centro delle riflessioni del tempo di Avvento.

A partire dalla rete territoriale dei gruppi Caritas, le comunità (ma anche associazioni e movimenti) sono invitate, cominciando dal loro cammino verso il Natale, a farsi “antenna” per captare situazioni, spesso nascoste, di povertà, disagio, solitudine, malattia di chi vive vicino a noi.

Per facilitare l’"operazione-ascolto", la Chiesa trentina propone per il prossimo Avvento un'iniziativa estesa a tutto il territorio diocesano dal titolo “L'Anfora di comunità”. Un'anfora, appunto, collocata anzitutto nelle chiese, per raccogliere brevi riflessioni personali sul tema della fragilità e della sofferenza, segnalazioni generiche di difficoltà di cui si è a conoscenza, una preghiera dedicata a una particolare situazione di disagio, proporre soluzioni utili ad aiutare le persone e la comunità lungo il sentiero della carità.

Qualora si volessero evidenziare nel dettaglio situazioni particolari di fragilità, è consigliabile farlo direttamente al parroco o ai referenti del Punto di ascolto Caritas del territorio.

L'Anfora di comunità è un gesto concreto ma dal forte valore simbolico, per far sì che le comunità siano attente alle fragilità che le abitano, spesso in modo nascosto.    

Ci sarà un'anfora posizionata in chiesa, ma ce ne saranno altre in diversi luoghi aggregativi della comunità, del paese o del quartiere, così che a tutti sia possibile dare il proprio contributo con idee, segnalazioni, comunicazioni o pensieri.

Riflessioni e segnalazioni di vecchie e nuove “povertà” saranno poi prese in esame, in primo luogo, dal Consiglio pastorale e dai gruppi Caritas, per estendere in seguito la riflessione a tutta la comunità, intervenire materialmente laddove ce n'è bisogno o individuare proposte e iniziative formative da perseguire.

Informazioni tratte dal sito della diocesi di Trento

https://www.diocesitn.it/area-testimonianza/2022/11/29/ascoltare-e-segnalare-il-disagio-nascosto-nelle-parrocchie-trentine-si-moltiplicano-le-anfore-di-comunita/

https://www.diocesitn.it/site/avvento-parrocchie-trentine-chiamate-ad-ascoltare-e-segnalare-il-disagio-nascosto/